“Avellino” è la nuova canzone di Halston!

Posted by & filed under .

Tutto ci aspettavamo tranne una canzone per noi. Siamo abituati a registrarle, parlarne nelle nostre interviste, fotografarne l’esecuzione… ma l’idea di una canzone dedicata a Radio Cometa Rossa e ad Avellino ci coglie di sorpresa e in un certo senso ci riempie di orgoglio, perché forse tutti i sacrifici fatti per spargere per il mondo un’immagine positiva della nostra città, delle nostre passioni e della nostra voglia di fare non sono andati a vuoto e qualcuno, dall’altra parte della terra, ha colto il nostro spirito e ha scritto per noi una canzone che sia simbolo di unione, interazione, accoglienza e tanto altro.

halston

Non ci siamo mai incontrati da vicino e ad Avellino non sono stati mai, eppure si sentono partecipi delle nostre attività, proprio come se non ci fossero tutti questi chilometri a separarci. Il duo americano Halston (formato da Carl e Dando) ha deciso di scrivere Avellino, un brano nuovo di zecca in cui si narra di un misterioso mago, di un “art bistrot” e di viaggi lisergici mentre in sottofondo scorrono le nostre voci che presentano una misteriosa band. La canzone che è scaricabile gratuitamente su bandcamp, su youtube è accompagnata da un video simpatico e originale in cui le due sagome dei musicisti si muovono sulle proiezioni delle immagini della città irpina e del concerto di Nando Brusco, musicista calabrese ospitato in passato dal Godot con i suoi strumenti della tradizione meridionale.
Dando è in fuga dalle bombe, simbolo di un passato travagliato, e trova riparo nella nostra città, un po’ immaginaria, un po’ reale, in cui sogna di poter venire un giorno. Il testo è pura fantasia ma narra la reale capacità di accoglienza che caratterizza Avellino e i suoi abitanti.
Halston! in occasione di un’intervista  via skype si è occupato di realizzare e regalare il jingle che continuiamo ad usare come sigla per le nostre trasmissioni. Questa nuova avventura musicale è la dimostrazione di quanto il nostro progetto riesca ad avvicinare persone fisicamente distanti e a mettere in comunicazione Avellino col resto del mondo.

Ecco cosa ci racconta la band:

“When the dead of winter in Boston hits, writing about being anywhere other than Boston comes quite easily. Immediately after Christmas last year, Carlos Halston suggested writing a song for our good friends in Avellino, Claudia and Alessandro of Radio Cometa Rossa. Once we had the setting the music and lyrics came quickly. It’s our Halston way of sending a little love letter to Avellino—even if at first listen it doesn’t come off sounding that way.”

“Nel pieno dell’inverno a Boston – dice Dando – scrivere immaginando di essere dovunque tranne che qui è stato molto semplice. Immediatamente dopo lo scorso Natale, Carlos Halston mi suggerì di comporre una canzone per i nostri cari amici di Avellino, Claudia e Alessandro di Radio Cometa Rossa. Quando tutto era pronto la musica e il testo sono venuti fuori in un attimo. Abbiamo scritto una lettera d’amore per Avellino a modo nostro, anche se al primo ascolto non sembra così evidente.”

“The song gives a first-person account of a desperate man destroying his past while running to a place he believes will welcome and allow him to start anew; Avellino. Throughout the song, Dando Halston’s plea of “please help me, take my hand” is an indication that the narrator will always be lost, no matter where he goes. In Halston’s Avellino; the tempo is fast, the music is dynamic, percussive and incessant, and the arrangement— but for one contemplative moment — drives the song to its powerful end. In a small way we feel a part of the scene there— must be the Avellino air.”

Carl aggiunge: “la canzone parla di una persona disperata in fuga dal suo passato verso un luogo che lo accoglierà e gli permetterà di cominciare una nuova vita, e quel posto è Avellino. Quando Dando Halston canta “please help me, take my hand” indica il bisogno di aiuto e il senso di perdizione del protagonista, dovunque vada. Nell’Avellino di Halston il tempo scorre veloce, la musica è dinamica con percussioni che incalzano e l’arrangiamento – tranne che per un momento contemplativo – porta la canzone ad un potente finale. Nel nostro piccolo ci sentiamo parte della vostra scena, must be this Avellino air!”

Licenza Creative CommonsQuest’opera di Radio Cometa Rossa è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.